Menu
ITA
  • ITA
  • ENG
  • ESP
  • DEU

Commitment to innovation.

Roberto Magnani

RSPP - RHSE

Cosa ti sta appassionando particolarmente in questo momento?

Non c’è un lavoro in particolare, ma credo che sia perché sono in azienda da quarantadue anni e ho avuto la fortuna di lavorare su tantissimi progetti in svariati ambiti, tutti appassionanti.

Hai decisamente contribuito alla storia dell’azienda! Racconta di più!

Ho iniziato che eravamo sostanzialmente in tre: il Prof. Maggi (Luigino Maggi, ndr), la Dott.ssa Massara (Isella Massara, moglie del Professore, ndr), ed io. Siamo andati avanti da soli fino al 1985, anno in cui abbiamo creato la prima palazzina, aggiungendo persone – colleghi – al laboratorio. E da qui è iniziata l’evoluzione che ci ha portato ad oggi.

Abbiamo iniziato col settore ambientale - acque, emissioni gassose, rifiuti, terreni - e con qualche controllo qualità nel farmaceutico. Erano gli anni delle prime normative ed era tutto un po’ nuovo per le aziende che dovevano adeguarvisi. Quello è stato il momento in cui l’azienda ha cominciato l’espansione che l’ha portata ad essere dov’è oggi.

E il tuo passato invece? Qual è stato il tuo percorso scientifico?

Sono un perito chimico industriale. Mi sono diplomato a Casalpusterlengo (LO). Poi ho provato a iscrivermi in Università, ma l’unione con gli impegni lavorativi alla fine mi ha fatto desistere. Erano anni difficili per me, avevo appena perso mio padre e non potevo rinunciare al lavoro.

La voglia di conoscenza però non si è mai fermata ed ha trovato altre vie. Oltre all’esperienza acquisita sul campo mi sono dedicato a dei corsi di formazione specifici, soprattutto in questi ultimi anni.

E a livello di dinamiche manageriali? Cosa racconta oggi una persona con la tua esperienza?

È complicato (ride, ndr). Al di là di quelli che possono essere gli organigrammi, non sono inserito in una vera e propria gerarchia. Seguo davvero tante attività e tanti aspetti, oltre al ruolo di RSPP ed RHSE che comportano una responsabilità molto vasta.

Ad oggi, posso dire che la comunicazione e l’intesa con l’altra persona, collega o esterno, è fondamentale. All’interno di un team può capitare che non la si pensi allo stesso modo, ma parlare per spiegarsi e risolvere assieme il problema è la via più facile e corretta.

Dove vedi te e LabAnalysis nel futuro?

Io credo sarò in pensione! (ride, ndr)
Per quanto riguarda l’azienda, ha sicuramente davanti a sé un grande futuro. Sono testimone vivente di una grande espansione e vedo ancora oggi un’ottima gestione del futuro e delle scelte aziendali. Ogni problema ed ogni nuova sfida non fanno altro che permettere di elaborare nuove soluzioni e migliorare. Ed il miglioramento porta crescita.

La vera domanda? L’estero. E sono molto curioso di vedere come questa nuova sfida verrà vinta!

Rimani aggiornato sulle attività di Roberto Magnani in LabAnalysis!
Seguilo su LinkedIn!