Make-up

Nell’era della cosmesi moderna è noto il ruolo di utilità sociale e psicologica dei prodotti per il make-up. I prodotti per il trucco, apportando miglioramenti all’aspetto esteriore di una persona, le conferiscono un maggiore livello di autostima e una maggiore sicurezza nei rapporti interpersonali.

Recentemente i prodotti per il make-up sono passati da prodotti di pura decorazione a sistemi altamente funzionali che garantiscono la protezione dai raggi UV, dall’inquinamento, dall’invecchiamento, un’azione idratante, rassodante e antiage. Tutto questo ha reso necessaria l’evoluzione della strategia formulativa e dei protocolli sperimentali a supporto delle nuove funzionalità. A fronte di prodotti sempre più performanti e dalle molteplici caratteristiche, le metodologie utilizzate per valutare l’efficacia dei prodotti make-up sono altamente variegate.

Valutazioni Strumentali

In primo luogo, si utilizzano metodiche strumentali non invasive, che si basano su strumenti di bioingegneria in grado di misurare le proprietà fisiologiche cutanee. Le valutazioni strumentali evidenziano in maniera oggettiva, ripetibile e riproducibile gli effetti dell’applicazione di un prodotto cosmetico sulla cute, mediante la raccolta di dati numerici e la successiva validazione statistica. Queste metodiche possono essere utilizzate per valutare non solo le proprietà tipiche del make-up quali l’effetto long lasting, no-transfer e waterproof, ma anche le proprietà cosmetiche multifunzionali, quali l’efficacia idratante o anti-age. Dato che lo scopo primario del make-up è modificare gli aspetti cromatici della cute, le immagini digitali rappresentano un utile strumento a supporto degli studi di efficacia. Attualmente si utilizzano strumentazioni professionali per l’acquisizione ed elaborazione delle immagini basate sulla Video Dermoscopia Digitale; queste ultime sono dotate di una videocamera ad alta definizione per acquisire e ingrandire dettagli della superficie.

  • Effetto long lasting
  • Effetto no transfer
  • Effetto volumizzante labbra
  • Resistenza al sudore
  • Resistenza all'umidità (humidity proof)
  • Resistenza all'acqua (water proof)
  • Effetto gloss
  • Effetto allungante ciglia
  • Effetto volumizzante ciglia
  • Effetto incurvante ciglia

Valutazioni Cliniche

A completamento delle valutazioni strumentali ci sono le valutazioni cliniche effettuate dal medico specialista (es. dermatologo, oculista, dentista) che valuta oggettivamente il miglioramento dei parametri cutanei mediante l’utilizzo di punteggi e scale.

Valutazioni Sensoriali

Ciascuno di noi ogni giorno effettua analisi sensoriali dei prodotti con cui interagisce. I risultati di queste percezioni aumentano o diminuiscono la potenzialità d’acquisto dei prodotti stessi. È chiara quindi l’importanza delle valutazioni
sensoriali a complemento dei test d’efficacia. L’analisi sensoriale è una disciplina scientifica che identifica, misura e interpreta gli stimoli evocati dall’uso di un prodotto e trasmessi agli organi di senso. Utilizza un gruppo di panelisti addestrati a percepire e quantificare gli stimoli sensoriali generati dall’interazione tra la pelle e il prodotto. Esistono varie tecniche sensoriali per evidenziare differenze o similarità tra i prodotti. Infine, il giudizio dell’utilizzatore viene raccolto con la compilazione di un questionario di valutazione delle performance percepite e della gradevolezza del prodotto.

  • Confronto a coppie
  • Ranking test
  • Test del triangolo
  • Analisi quantitativa descrittiva - QDA
  • Valutazione soggettiva

Valutazioni di Innocuità

  • Patch test
  • HRIPT
  • Comedogenicità
  • Test in uso sotto controllo medico: dermatologo, oculista, dentista

Sei interessato al servizio Make-up

Contattaci