Menu
ITA
  • ITA
  • ENG
  • ESP
  • DEU

Commitment to innovation.

Plastica a contatto con gli alimenti: pubblicato il XVI emendamento del Reg. 10/2011

Nuovi importanti aggiornamenti per il quadro normativo di materiali e oggetti in plastica destinati al contatto con gli alimenti.

È stato infatti pubblicato il Regolamento (UE) 2023/1442 della Commissione “che modifica l’allegato I del regolamento (UE) n. 10/2011 riguardante i materiali e gli oggetti di materia plastica destinati a venire a contatto con i prodotti alimentari, per quanto riguarda le modifiche delle autorizzazioni delle sostanze e l’aggiunta di nuove sostanze

Diverse le modifiche introdotte

Due voci sono state soppresse dall’allegato I del Regolamento 10/2011, nello specifico:

  • Voce 96: Farina e fibre di legno, non trattati
  • Voce 121: acido salicilico

Riduzione del Limite di Migrazione Specifica (LMS) per alcuni composti:

  • Voce 157:  Dibutil ftalato (DBT) da 0,3 mg/Kg a 0,12 mg/Kg
  • Voce 159: Benzil butil ftalato (BBP) da 30 mg/Kg a 6 mg/Kg
  • Voce 283: Bis (2-etilesile) ftalato (DEHP) da 1,5 mg/Kg a 0,6 mg/Kg

Ulteriori modifiche:

  • La voce 728: Acido ftalico, diesteri con alcoli saturi primari ramificati C8-C10, con oltre il 60 % di C9 è stata modificata sia in termini di denominazione della sostanza che come restrizioni e specifiche.
  • La voce 1007: Dietil[[3,5-bis (1,1-dimetiletil)- 4-idrossifenil] metil]fosfonato vede una revisione nell’ambito delle restrizioni e specifiche con inserimento della possibilità d’uso fino allo 0.2% (p/p) anche nel poli(etilene 2,5-furandicarbossilato) (PEF)
  • Le voci 1059: Poli[(R)- 3-idrossibutirrato-co-(R)- 3-idrossiesanoato) (“PHBH”) e 1076: Estere trifenilico dell’acido fosforoso polimerizzato con esteri alchilici C10-16 di alfaidroomegaidrossipoli [ossi (metil-1,2-etandiolo)]risultano modificate nel testo delle rispettive restrizioni e specifiche

Sono state inserite le voci relative alle sostanze sotto riportate, ciascuna con indicazioni aggiuntive ed eventuale richiamo nelle restrizioni di gruppo e/o note sulla verifica di conformità:

  • Voce 1078: tris(2-etilesil) benzene-1,2,4-tricarbossilato
  • Voce 1080: (trietanolammina-perclorato, sale di sodio), dimero
  • Voce 1081: N, N-bis (2-idrossietil) stearilammina parzialmente esterificata con acidi grassi saturi C16/C18
  • Voce 1082: Acido fosforico, esteri misti con 2-idrossietil metacrilato
  • Voce 1083: Dianidride benzofenon-3,3’,4,4’- tetracarbossilica (“BTDA”)

Si sottolinea come sia stata introdotta la nota sulla verifica della conformità (30), ad integrazione della tabella 3 dell’allegato I del Reg. 10/2011 per la voce 1081

Modifiche alle restrizioni di gruppo

La restrizione di gruppo (26), relativa alle voci 728 e 729 vede un abbassamento nel limite di migrazione specifica da 9 mg/Kg a 1,8 mg/Kg

La restrizione di gruppo (32) comprende ora anche le voci 1078 e 1085, con specifica indicazione per la voce 1085: “Il diisobutilftalato, N. sostanza MCA 1085, con i sinonimi 1,2-bis(2-metilpropil) benzene-1,2- dicarbossilato o «DIBP» e numero CAS 84-69-5 non figura tra le sostanze autorizzate nella tabella 1. Può tuttavia essere presente in concomitanza con altri ftalati, come conseguenza del suo utilizzo come sostanza ausiliaria della polimerizzazione, ed è incluso nelle restrizioni di gruppo con l’assegnazione MCA n. 1085

Risultano introdotte anche tre nuove restrizioni di gruppo, nello specifico:

  • Restrizione di gruppo (36) relativa alle voci 157; 159; 283 (modificate anche come voci singole) e 1085 (citata come nota nella modifica della restrizione di gruppo (32))
  • Restrizione di gruppo (37) relativa alle voci 793: trietanolammina e 1080, quest’ultima introdotta in questo emendamento
  • Restrizione di gruppo (37) relativa alle voci 822: Acido perclorico, sali (perclorato) e 1080, quest’ultima introdotta in questo emendamento

I Laboratori del gruppo LabAnalysis, grazie all’expertise maturata negli anni e alla disponibilità di strumentazione all’avanguardia, sono a vostra disposizione per monitorare lo stato di conformità rispetto alle diverse novità introdotte da questo nuovo Regolamento.

Per ulteriori informazioni
info@labanalysis.it